Cammina, cammina…

CAMMINACAMMINA

Camminare rappresenta la forma più completa di movimento. Quando vi è possibile fatelo a piedi nudi in modo rilassato,
come se passaste per le vetrine del centro. Fate oscillare il bacino, le braccia e la colonna vertebrale. I più recenti studi di
ortopedia dimostrano che per avvantaggiare la fisiologia del piede il metodo migliore è camminare e correre a piedi nudi,
come certi atleti keniani, che si allenano correndo a piedi scalzi sulla nuda terra e persino in montagna a 3000 metri di altitudine!
Vi sono in commercio ottime calzature, ma il piede nudo le supera tutte. Quando dovete acquistare una scarpa, evitate assolutamente  
i modelli stretti e prediligete quelli morbidi e confortevoli, se necessario di una misura più grandi; limitate l’uso dei tacchi. Il sottopiede
della scarpa (la parte su cui poggia la pianta del piede) e la punta devono avere un forma sufficientemente ampia. Ricordate che dal piede
dipende l’assetto della colonna vertebrale e quindi la vostra postura! Osservate i frati: calzano comodi sandali tutto l’anno e si ammalano di
rado. Mantenete una buona postura: cercate di camminare in tutti i modi possibili: in avanti all’indietro e di lato, sulle punte e sui talloni, e
alzando al massimo le gambe.
EFFETTI FISIOLOGICI DEL MOTO SULLA SALUTE DELL’UOMO
-Mantenimento del peso corporeo ideale
-Rinforzo dei muscoli e delle articolazioni
-Controllo ormonale (glicemia, ormone della crescita,endorfine, testosterone).
-Ritardo dell’invecchiamento: accorciamento dei telomeri (particolari porzioni del DNA poste all’inizio e alla fine dei cromosomi, la cui
lunghezza è proporzionale all’invecchiamento)
-Azione antistress e capacità di resistenza alla fatica
-Protezione antitumorale (aumento dei mitocondri) e dalle malattie neurodegenerative
-Protezione cardiovascolare (aumento dell’efficienza cardiaca attraverso la diminuzione del battito a riposo)
-Aumento del colesterolo “buono” HDL e diminuzione del rischio di malattie cardiovascolari.
-Riduzione dei trigliceridi nel sangue.
-Diminuzione della pressione arteriosa e della viscosità del sangue e, di conseguenza, del rischio di trombosi.

Se questo articolo ti è piaciuto iscriviti alla newsletter e riceverai i 3 video in cui

ti svelerò i segreti per rimetterti in forma e salute.

 

Ti aspetto presto.

Ester,

la tua Consulente di Bellezza

Tel. 091/942390

134 Visite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *