Spegni l’infiammazione che ingrassa

SPEGNI L’INFIAMMAZIONE CHE INGRASSA

La ritenzione idrica è la situazione per cui i liquidi non vengono smaltiti dalla circolazione linfatica e sanguigna,

si concentrano negli spazi interstiziali  tra una cellula e l’altra creando gonfiori localizzati su gambe, cosce e glutei,

che possono essere associati anche alla cellulite, un’infiammazione del tessuto sottocutaneo e , più in generale,

ad un aspetto poco tonico della pelle. Si tratta di un problema tipico della costituzione ginoide, o  “pera” e legata ad

un’intensa attività degli estrogeni. La buona notizia è che, in molti casi, dopo i 50-55 anni il problema potrebbe

attenuarsi proprio grazie ai cambiamenti ormonali, lasciandosi però dietro cedimenti e flaccidità che è importante

contrastare per tempo. Per prevenire e curare la ritenzione e la cellulite è utile seguire un programma drenante che

aiuta a smaltire i liquidi e tossine, abbinando integratori per sostenere la circolazione ed evitare la stasi venosa e

linfatica che favorisce la formazione di cuscinetti ed edemi.

Le verdure per combatterla

Per sgonfiare la silhouette, come è noto, è fondamentale bere sempre tanti liquidi e, al contempo, ridurre il consumo

di sodio, che non dovrebbe mai superare i 2.000-2.400 mg al giorno. In questo conteggio non compare solo il sale da

cucina che si aggiunge come insaporitore, ma anche il sodio nascosto, di cui sono ricchissimi, per esempio, prodotti

precotti, dadi, formaggi stagionati, pizza, pane e salumi.

Alla ricerca di potassio e magnesio – Ma non basta semplicemente bere acqua, per vincere la ritenzione. E’ necessario,

in particolare, dare al nostro corpo i minerali più adatti a sgonfiarlo, contrastando gli effetti del sodio: questi sono soprattutto

potassio e magnesio, il primo si trova nei vegetali a foglia verde, nei fagioli, negli asparagi, negli spinaci, nelle patate, negli

agrumi, nelle crucifere (cavolo, cavolfiore, broccolo), nel germe di grano, nei piselli, nei semi  di girasole, nel pomodoro.

Il magnesio è abbondante nelle verdure fresche, nei cereali integrali e nelle farine derivate, nei semi di zucca, nei legumi,

nelle ortiche. Ottimi alleati, anche gli asparagi, depurativi, diuretici e rimineralizzanti; ipocalorici e utili anche per abbassare

la glicemia.

Contro i cuscinetti, ti aiuta la frutta

Sono molti gli alimenti alleati contro la ritenzione, e si trovano soprattutto tra frutta e verdura, da consumare il più possibile

per mantenersi snelli. In particolare, l’uva è ideale per le gambe gonfie: diuretica e drenante grazie alla presenza di potassio,

l’uva è anche un’ottima protettrice del sistema cardiovascolare e contiene tannini e antociani che difendono il microcircolo.

Anche l’ananas è davvero utile per sgonfiare la silhouette, grazie alle sue proprietà diuretiche e disintossicanti antiritenzione

e alla ricchezza di potassio e di vitamine A, B e C. Tra i frutti esotici, un altro alleato è il mango, che stimola una veloce

espulsione dei  liquidi. Buono e ricchissimo di vitamine e minerali snellenti, va consumato ben maturo. Infine abbiamo i

mirtilli, gli amici più validi della circolazione, tanto che, dopo i 40 anni, dovrebbero essere ospiti fissi sulla nostra tavola.

Utili per il trattamento dei problemi venosi che causano gonfiori e varici, favoriscono la diuresi e contrastano la ritenzione idrica.

Eccellente anche in bicchiere – L’integrazione della dieta con succi e frullati di vegetali è l’ideale per la salute e per

controllare il peso corporeo. I succhi vegetali, infatti, sono nutrienti e nello stesso tempo rendono maggiormente digeribile

e ne permettono un’assimilazione più veloce. Utili anche le acque iposodiche al magnesio, che ti aiutano a vincere più in

fretta il gonfiore soprattutto dei polpacci e delle caviglie.

 

Se ti è stato utile questo articolo iscriviti alla newsletter e riceverai i 3 video in cui

ti svelerò i segreti per rimetterti in forma e salute.

 

Ti aspetto presto.

Ester,

la tua Consulente di Bellezza

Tel. 091/942390

223 Visite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *