In menopausa cerca i cibi dell’equilibrio

IN MENOPAUSA CERCA I CIBI DELL’EQUILIBRIO

In questo periodo è necessario fare il pieno di grassi “buoni” (contenuti per esempio nel pesce azzurro e nell’olio

extravergine d’oliva) e di fitoestrogeni (li trovi in soia, legumi in genere, salvia, cereali integrali ecc..) utilissimi anche

per combattere l’invecchiamento, per prevenire le malattie cardiovascolari (favorendo la riduzione della pressione

arteriosa, dei grassi, del colesterolo e dei trigliceridi). Inoltre, è importante proteggere le ossa e lo scheletro (con un

adeguato apporto di calcio e vitamine). Essenziale è anche la presenza di cibi antinfiammatori, come ortaggi, frutta,

funghi. Ottima per esempio la curcuma, che si può usare facilmente per condire tante pietanze.

Salmone – Ottimo alimento a ogni età, il salmone è benefico dopo i 40 anni, perché povero di sodio, ricco di proteine,

grassi Omega-3, vitamine e sali minerali che combattono l’invecchiamento cellulare 


Frutti di bosco – Light, gustosissimi e ricchi di benefici, i frutti di bosco saziano, appagano il palato e ti danno il pieno

di sostanze benefiche, in particolare vitamina C, potassio ed elementi antiossidanti. Sono davvero il top per restare linea

in questa fase. 

Semi di zucca e semi di lino – Solo un grammo di semi di zucca equivale a 156 mg di magnesio, minerale molto

importante durante il climaterio e la menopausa, perché rafforza il tessuto osseo, contribuisce la regolazione dei

livelli di glucosio nel sangue, normalizza la pressione sanguigna e aiuta a contrastare l’ansia e la depressione che

talvolta affiorano in questo periodo della vita.


Gli alimenti che sfiammano e snelliscono

Via libera gli alimenti “alcalini” come alcuni tipi di frutta, verdura e semi oleosi, che combattono le scorie acide

dovute all’eccesso di carni, dolciumi e cereali raffinati. Acido linoleico e linolenico, i grassi “buoni” contenuti

nell’olio extravergine d’oliva, in noci, nocciole, mandorle, semi di lino, soia, lecitina di soia, olio di borragine e

olio di vinaccioli, sono utilissimi per controllare il colesterolo e combattere la secchezza dei tessuti.
Frutta secca – la frutta secca è ricca di vitamina E, che sembra capace di esercitare un controllo sull’ ormone

follicolostimolante (FHS) e sull’ ormone luteinizzante LH) stabilendo i livelli di estrogeni.

Mille versioni di soia – Grazie alla presenza di isoflavoni, sostanze simili agli ormoni femminili, che durante la

menopausa sono ballerini, la soia è un alimento formidabile, nel periodo del climaterio, per i suoi effetti equilibranti

sulla psiche e sul corpo, e anche per la capacità di ridurre i valori di trigliceridi e del colesterolo nel sangue. Per beneficiare

di questi effetti, bisogna però consumare almeno 25 g di proteine di soia al giorno che in totale forniscono 60 mg di

isoflavoni. Non è difficile perché questo legume si trova in moltissimi formati sotto forma di latte, farina, fagioli, spaghetti,

germogli, hamburger, bistecche, tofu. È importante scegliere soia certificata biologica per avere garanzie che si tratti di

un prodotto di qualità e senza Ogm.

 

Se questo articolo ti è stato utile iscriviti alla mia newsletter e riceverai i 3 video in cui ti svelo i segreti per rimetterti in forma
e mantenerti in salute

Ester,
la tua Consulente di Bellezza

Tel. 091-942390

 

 

47 Visite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *