Combatti la ritenzione idrica a 50 anni con ginepro e dioscorea

COMBATTI LA RITENZIONE A 50 ANNI CON GINEPRO E DIOSCOREA

Con la menopausa sono peggiorati cellulite e gonfiori
“Ho 51 anni e sono da poco entrata in menopausa. Da anni avevo un peso stabile,  intorno ai 53 chili (per un’altezza di 1.58).
Negli ultimi tempi sono invece ingrassata di 6 chili e ho tantissima ritenzione e cellulite. Non mi sono mai amata granché ma
oggi faccio fatica a guardarmi allo specchio senza vestiti. Ho la pelle a materasso molto evidente sulle gambe e la cute molto
rilassata. Un vero strazio! A tavola vivrei di pollo, riso e mele. A volte salto la pausa pranzo per cercare di tenermi più leggera.
cosa potrei integrare per cancellare questa orrenda cellulite?”

Cara, spesso ci dimentichiamo che la nostra unicità, certamente irripetibile, è rinnovabile, cambia di continuo. Domani saremo
le persone di oggi poiché l’unica certezza e costante della vita è il cambiamento. E necessario quindi, prima di tutto, andare oltre
al mero problema del controllo del peso e della cellulite, trovando una nuova energia e uno sguardo diverso su se stessi e la propria vita. Ti consiglio come/prima cura di iniziare a fare attività fisica con regolarità, meglio all’aria aperta. Una semplice camminata a passo sostenuto per almeno 40 minuti al giorno è un buon allenamento rassodante e snellente per attivare la circolazione e la muscolatura, aiutando il tuo sistema venoso. Vanno bene anche il nuoto e la bicicletta; meno indicata è invece la corsa, perché implica un impatto dei piedi sul suolo che può peggiorare i problemi circolatori.

Meno sale e più Omega 3
L’alimentazione influisce tanto sulla comparsa e sul peggioramento di ritenzione e pelle a buccia d’arancia. La regola d’oro? Riempi il piatto di ortaggi colorati di arancione e rosso, (come i peperoni freschi, da gustare crudi come antipasto per fare il pieno di vitamina C e flavonoidi, antiossidanti e drenanti). Poi segnati questi altri consigli: un assaggio proteico a colazione (1 uovo alla coque, 40 g di ricotta fresca, kefir o yogurt bianco magro bio); pesce di mare almeno 3 volte alla settimana; 2 noci o 6 mandorle negli spuntini di tutti i giorni. Cosi potrai assicurarti la dose raccomandata di acidi grassi Omega 3 che migliorano la circolazione.

Alterna l’assunzione di acqua
con un basso residuo fisso a tisane a base di betulla, ortica e ortosiphon.

Sciogli i depositi adiposi con l’olio di betulla
Passiamo ora ai trattamenti naturali anticellulite. La mattina, appena sveglia, e la sera sfrutta i benefici dell’idroterapia basata sul contrasto di temperatura. Dirigi il getto della doccia prima sui piedi e poi sali su caviglie, ginocchia e cosce, alternando acqua fredda e calda e terminando sempre con l’acqua fredda, per dare una sferzata alla circolazione. Anche massaggiare gambe e pancia ogni giorno deve diventare la tua routine quotidiana. Usa un olio di betulla partendo con entrambe le mani dalle dita dei piedi e salendo verso l’inguine Infine, al termine della giornata,
immergiti in un bagno arricchito con un chilo di sale grosso e un cucchiaio di estratto fluido di Fucus vesiculosus: riduce gonfiore e ritenzione e previene la cellulite.

Il problema
La menopausa è una fase della vita femminile in cui il rimescolamento ormonale crea le condizioni favorevoli per l’insorgenza o il peggioramento della ritenzione idrica e della cellulite. Molti casi di ingrassamento che si verificano avvicinandosi agli “anta” su fisici da sempre magri e armoniosi sono in realtà spesso la conseguenza di un accumulo di ristagni e scorie. Per evitare di incorrere in questo rischio, sarebbe, quindi, utile intervenire già in pre-menopausa, con la dieta e le erbe medicinali diuretiche e bruciagrassi che hanno un’azione riequilibrante anche sui disturbi di natura più emotiva.

Se questo articolo ti è stato utile iscriviti alla mia newsletter e riceverai i 3 video in cui ti svelo i segreti per rimetterti in forma e mantenerti in salute

Ester,
la tua Consulente di Bellezza
Tel. 091-942390

62 Visite

Un pensiero su “Combatti la ritenzione idrica a 50 anni con ginepro e dioscorea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *