Puoi dimagrire se non sbagli la zuppa

Puoi dimagrire se non sbagli la zuppa

Iniziare il pasto con una zuppa ha il vantaggio di attenuare la fame
e di contribuire a raggiungere più velocemente il senso di sazie-
tà evitando quindi di abbondare con altre portate e riducendo
l’apporto calorico dell’intero pasto fino al 20%. Anche solo una
bella tazza di passato di verdure fumante è l’ideale per dare il via
al pranzo e alla cena, senza correre il rischio poi di mangiare oltre
misura. Per godere al massimo dei benefici snellenti di questo piatto
bisogna però evitare di caricarlo di calorie inutili. Quindi niente
soffritti unti e panna; usa brodi casalinghi al posto del dado
ricco di sodio. Non eccedere con pasta, riso e patate e occhio
all’aggiunta di condimenti. Vediamo alcuni trucchi per tagliare
grassi e calorie da questa pietanza invernale.

Il rimedio

543kcal a porzione;
INGREDIENTI
(per 4 persone)
500 g di cavolo nero
300 g di pomodori
• 300 g di patate
1 carota
1 cipolla
1 gambo di sedano
• 250 g di fagioli borlotti
secchi
4 fette di pane tostate
Una fetta da circa 40 g
di guanciale
• Erbe aromatiche (timo,
alloro)
• 1 spicchio d’aglio
• 3 cucchiai di olio
extravergine di oliva
1 litro di brodo vegetale
sale e pepe

ECCO COME SI PREPARA
Ammolla i fagioli per una notte in una ciotola d’acqua. Trita carota,
cipolla e sedano e fanne rosolare metà in una casseruola per con
2 cucchiai di olio extravergine. Aggiungi i pomodori senza buccia,
il timo, 2 mestoli di brodo e fai cuocere per 10 minuti. Spezzetta
il cavolo nero. Rosola la metà del trito di odori rimasta con l’olio
extravergine rimanente, unisci il guanciale, le patate a dadini,
il cavolo nero e i fagioli scolati.
Unisci il brodo rimasto, la salsa di pomodoro preparata e lascia
cuocere per circa 1 ora e 30 minuti. Servi la zuppa con il pane.

IL TRUCCO SNELLENTE
Per insaporire le tue zuppe taglia il sale che favorisce ritenzione idrica
e sovrappeso e sostituiscilo con un battuto di erbe aromatiche. Frulla
finemente un mazzetto di rosmarino, salvia, timo e maggiorana. Aggiungi un
cucchiaino di curcuma e un cucchiaino di pepe nero macinato al momento.

Zuppa toscana: Saziante ma l’accoppiata patate e pane è bocciata
Questa zuppa è molto saziante grazie soprattutto alla presenza dei fa-
gioli che apportano proteine ma anche numerose fibre, oltre a potassio,
fosforo, magnesio e ferro. Buona ancora una volta la scelta del cavolo
nero: il generoso apporto di fibre è fondamentale per regolare la fun-
zione intestinale e limitare l’assorbimento dei carboidrati complessi,
rallentandolo e aiutando a prevenire gli attacchi di fame. Ma questi
accorgimenti purtroppo non bastano. Bocciata infatti l’accoppiata
patate e pane che fa impennare il contenuto glucidico della ricetta.
Inoltre le patate molto cotte, come avviene nelle zuppe, hanno un
indice glicemico alto a causa dell’elevata disponibilità dell’amido.
Meglio dunque eliminare il pane e lasciare solo le patate gustando la
zuppa a temperatura ambiente. Aggiungi alla fine anche un pizzico di
paprika, spezia brucia grassi.

Zuppa vegetariana al curry
Un mix perfetto che nutre e affina la linea

Vincente in questo caso la scelta di addensare la zuppa con le zucchine (più di
mezzo chilo per 4 persone) anziché usare le classiche patate. Molto leggeri,
ricchi di acqua e fibra e con sole 13 kcal/100 g questi ortaggi verdi apportano
anche una generosa quantità di potassio, che aiuta a ridurre la cellulite grazie
alle sue virtù drenanti. Questo piatto poi risulta particolarmente saziante grazie
alla presenza del pane nero tostato. La tostatura, una vera e propria seconda
cottura, fa in modo infatti che il pane non finisca la sua lievitazione nel nostro
stomaco e diventi molto più digeribile evitando i tipici gonfiori post pasto. Va
poi sottolineato l’apprezzabile contenuto proteico apportato dai ceci, ricchi
di proteine vegetali e fibre, ma senza aggiungere grassi né colesterolo. Per
rendere il tutto più gustoso è stato inserito nella ricetta il curry (masala), una
miscela aromatica di spezie orientali che permette di ridurre o addirittura di
fare a meno del sale, che come è noto, causa forte ritenzione idrica.

INGREDIENTI
(per 4 persone)
• 600 g di zucchine
1,3 litri di brodo vegetale
• 250 g di ceci lessati
6 fette di pane nero tostato
1 cipolla bianca
1 spicchio d’aglio
1 cucchiaino di curry
• 20 g di olio extravergine
di oliva, un pizzico di sale
e pepe nero

ECCO COME SI PREPARA
Affetta finemente la cipolla e falla appassire in un filo d’olio, unisci lo
spicchio d’aglio sbucciato e tritato, le zucchine a dadini. Falli cuocere finché
non saranno appassiti e poi aggiungi i ceci già lessati, 1 cucchiaino di curry
e annaffia con il brodo caldo. Cuoci la zuppa per mezz’ora circa. Versa
nelle scodelle aggiungendo in ognuna una fetta di pane nero con i semi
preferibilmente tostato.

L’OLIO? NON PIÙ DI 2 CUCCHIAINI
Se non si vuole rinunciare all’olio extravergine di oliva, il consiglio è di
non superare i 2 cucchiaini a persona e di usarlo a crudo, quando la minestra
è già nel piatto.
Il calore della cottura, infatti, distrugge le proprietà nutritive dell’olio di oliva
e ne riduce la capacità “lubrificante” e disintossicante della mucosa intestinale.

Se questo post ti è stato utile iscriviti alla mia newsletter sul sito www.estercentrobenessere.com

e riceverai i 3 video in cui ti svelo i segreti per rimetterti in forma e mantenerti in salute

Ester, la tua Consulente di Bellezza
Tel. 091-942390

 

18 Visite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *