Dieci mandorle al giorno per mantenersi giovani

Dieci mandorle al giorno per mantenersi giovani

Le mandorle ci garantiscono grassi insaturi, vitamina E, proteine e fibre diventando così

preziose alleate della salute di cuore e tessuti

Le mandorle sono particolarmente ricche di vitamina E, o tocoferolo: ben 26 g per 100 g. Dalla preziosa azione

antiossidante, l’effetto benefico della vitamina E si esplica al massimo a livello cutaneo, rallentando l’invecchiamento

e favorendo il rinnovamento della pelle. Inoltre, la vitamina E si rende indispensabile anche perché preserva la buona

funzionalità di cuore, vista e cervello. Nella mandorla troviamo anche alcuni minerali indispensabili per la salute di corpo

e cervello come potassio, fosforo, magnesio, calcio, ferro e zinco. E sono presenti anche le vitamine del gruppo B,

fondamentali per il metabolismo cellulare e il funzionamento del sistema nervoso.

 

La giusta quantità di mandorle assicura grandi benefici

La mandorla è ritenuto un cibo grasso: ciè è vero solo in parte perché se è corretto dire che contiene grassi,

bisogna anche mettere in evidenza che si tratta di grassi buoni. Il primo è il grasso oleico monoinsaturo, dall’effetto

antiossidante e anticolesterolo, e il grasso alfa-linoleico polinsaturo che agisce come antiaggregante, fluidificante

del sangue e antinfiammatorio. 10 mandorle  sono la dose giusta giornaliera per il benessere dell’organismo,

una quantità più elevata fa assumere troppe calorie annullando così ogni effetto benefico. Meglio mangiare le

mandorle sempre con la sottile buccia marrone che è ricca di fibre in grado di nutrire la flora batterica intestinale

e di polifenoli antiossidanti, naturali nemici dei radicali liberi.

 

Acquistiamo sempre con guscio preferiamo quelle italiane

La varietà di mandorle più ricca di grassi buoni, antiossidanti e vitamina E sono quelle dolci, non sgusciate né

spellate. Meglio scegliere la qualità italiana (le migliori sono quelle siciliane e in particolare la Pizzuta d’Avola dal

notevole contenuto di antiossidanti), possibilmente bio, per evitare che arrivino da molto lontano e abbiano subito

trattamenti per farle durare a lungo. Un’accortezza: evitiamo le mandorle amare che, commestibili solo dopo un

trattamento specifico, se mangiate in eccesso diventano tossiche.

 

Abbinare a cibi ricchi di selenio e vitamina A per un super effetto anti-age

La vitamina E contenuta nella mandorla trova il suo abbinamento perfetto con il selenio presente nel lievito di birra,

nei cereali integrali, nel tonno, nei frutti di mare e nelle uova. Il piatto perfetto per godere di un effetto ringiovanente?

Un’insalata di farro integrale o quinoa con tonno al naturale, cavolini di Bruxelles, qualche foglia di menta, un filo di olio

evo e mandorle in scaglie. E, infine, la vitamina E e la vitamina A diventano le alleate perfette per un effetto anti-age.

Il segreto per goderne pienamente? Un frullato di mango e latte di mandorle con un cucchiaio di semi di chia da guarnire

con le mandorle, perfetto a colazione!

 

– Vuoi scoprire di più sul mio metodo?

🎁Clicca sul link, ho riservato uno speciale regalo per te. 🎁

 

https://www.estercentrobenessere.com/nuovo_sito/cellsod/

 

Ester, la tua Consulente di Bellezza

Tel. 091/942390

71 Visite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *